[Guest post] Fashion #blogging: lo fai in modo davvero cool?

guest post per copywriter freelance di alessia savi

Alessia: web designer, #digitalartist, blogger

Alessia Savi è un’adorabile personcina super creativa: è web designer e digital artist, e pure blogger. Insomma 100% fighissima. Ma la cosa ancora più bella è che per me lei è e sarà sempre una (splendida) canzone: Penny Lane dei Beatles!!

Alessia ha un sito di grafica stra-cool, cinguetta un botto e ha la sua pagina Facebook. Io la seguo già, e tu?

copywriter freelance roma post

Passi ore davanti allo specchio e tutte le tue amiche ti chiedono consiglio sulle ultime tendenze di moda. Ti chiamano La Diva, l’immagine allo specchio ammicca mentre misuri il passo come una celebrity di Hollywood e al giornalismo d’inchiesta preferisci la carta patinata, sognando la poltrona di Anna Wintour.

Che male c’è? Nessuno. E basta guardare ai famosissimi Blonde Salad e Rock’n’Mode – solo per citare i casi più famosi – per decidere di lanciarsi nell’impresa e decidere di aprire un fashion blog. Hai scelto il nome del tuo blog e la piattaforma più adatta alle tue esigenze, hai trovato una grafica accattivante (l’hai fatto, vero?) e adesso ti barcameni tra post e fotografie ma qualcosa non va… ma cosa?

Anche le fashion blogger più famose sono partite dal basso, solo avevano molta meno concorrenza di quanta ne abbia tu. Questo dovrebbe incentivarti a tirare fuori il meglio e, soprattutto, un po’ di originalità.

fashion blog accattivante
Fashion blogger, conquista (anche) con la grafica giusta! Click per ingrandire

Hai selezionato il tuo pubblico?

Forse stai sbagliando l’approccio con il tuo pubblico. Anzi, facciamo un passo indietro. Hai deciso a chi rivolgerti? Sfoglia un po’ il web e digita “fashion blog” su Google: 971.000.000 risultati. E tu tra questi milioni di blog già avviati e seguiti ti devi distinguere, perché la concorrenza arriva anche da oltreoceano, non solo da Roma o Milano.

Come fare?
Punta a un target specifico!

I blog che trattano di moda a 360° sono troppi, e a questi devi aggiungere i blog delle riviste di settore. Glamour, per esempio, offre un’area alle proprie utenti, le Fashion Angel, per scrivere di moda e della propria città. A dire il vero le due cose vanno a braccetto, e l’area è affollatissima!

Proviamo a fare una cernita e attuiamo una ricerca mirata come “fashion blog vintage” per abbattere la ricerca a soli 71.000.000 risultati. Non male, vero?
Puoi fare di meglio: puoi specializzarti in qualcosa di davvero unico!

Fallo: la tua nicchia te ne sarà grata e non avrai tutta questa concorrenza a ronzarti intorno. Diventa un appuntamento fisso e irrinunciabile come quello dall’estetista, e dai ai tuoi lettori ciò che desiderano: quello di cui gli altri non parlano, o parlano poco.
Se sei un’amante delle scarpe, perché cercare le ultime novità della stagione su un fashion blog generico quando puoi avere tutte le notizie che desideri in un unico contenitore?

Settorializza e decidi da che parte stare: accessori? Foulard? Scarpe? Smalti? Lo stile booho o preppy? Più specifica sarai, più la cerchia dei tuoi fidi lettori sarà mirata.

fashion blog settoriale
Scegli il tuo argomento e via! Click per ingrandire!

Fallo: scegli il tuo target e il tuo topic e punta tutto su di loro!

Punta sull’originalità!

Non vuoi essere l’ennesima fashion blogger, vero?
Ecco allora qualche esempio su come tu possa nutrire il tuo blog con qualche idea interessante per sviluppare i tuoi contenuti in modo trasversale.

fashion blog trasversale
Parola d’ordine: sii trasversale! Click per ingrandire!
  • Ricette, design e home decor tematico.
  • Look tematici, realizzati con Polyvore o con le fotografie dei tuoi outfits (è consentito diffonderle anche su Instagram, purché siano usciti dal tuo armadio o da quello della tua migliore amica!)
  • Tutorials, meglio se video. Puoi sfruttare così ance il canale di YouTube!
  • Letture tematiche da consigliare.
  • Apri un negozio su Etsy. Puoi vendere vestiti vintage e qualsiasi cosa tu abbia creato, purché sia pertinente ai temi che tratti. Oggetti di design, accessori, bigiotteria: tutto può aiutarti a emergere! Le commissioni sono davvero basse rispetto a quelle di Ebay, approfittane!
  • Sfrutta i social e individua nuovi sponsor. Cerca tra le piccole realtà chi può offrirti visibilità in cambio di un posto sul tuo blog. Cerca stilisti emergenti, partecipa a progetti fee e concedi loro un articolo sul tuo blog. Un’intervista all’azienda artigianale di scarpe toscana, lo stilista che espone a Berlino o a Vienna in un negozio temporaneo. Seleziona chi fa al caso tuo e può far crescere il tuo blog, contattalo e proponigli un’intervista. Non sarai timida, vero?

Hai curato l’immagine?

So che Paris Hilton è stata un’icona, ma non appiccicare glitter e immagini animate nel tuo blog.
Gira al largo da tutto ciò che è pacchiano e resta concentrata sull’obiettivo: fa in modo che la grafica faccia risaltare l’argomento principale del tuo blog!

Dai uno sguardo ai blog di chi ha già successo,  questo ti aiuterà a capire i gusti del pubblico e cosa fa colpo. La cosa che non devi dimenticare è la cura dell’estetica, fotografie comprese.

Se decidi di pubblicare i tuoi outfits cerca qualcuno che sia davvero bravo con la macchina fotografica (un fotografo professionista o un amico freelance? Anche tuo cugino va benissimo, se è disposto ad assecondare i tuoi sogni ed è dotato di senso estetico), cerca locations sempre nuove e set che diventino il tuo marchio di fabbrica! Chi ti cerca sul web deve riconoscerti al primo sguardo, soprattutto sui social.

Perché l’apparenza è tutto, e devi essere molto più che social…e!

Socializzi nel modo giusto?

Dicevamo. Per avere successo devi farti conoscere e il mezzo più efficace che hai a disposizione sono i social networks. Non devi essere una prezzemolina, non devi essere ovunque quasi avessi il dono dell’ubiquità!

Ho scelto i social networks che fanno al caso tuo.

  • Pinterest. Parla per immagini – soprattutto con le tue fotografie – e fatti vedere. Più le tue fotografie saranno di qualità, più faranno il giro del web! E, se vuoi essere davvero cool, fai un po’ di postproduzione per renderle davvero ipnotiche.
  • Tumblr. Anche per il social di microblogging e share di immagini più trendy del momento vale la stessa cosa: posta e condividi le tue immagini migliori e fatti conoscere con qualche micro bloggata che invogli a seguirti anche sul tuo blog. Tumblr è un mezzo molto sfruttato dagli stilisti emergenti di tutto il mondo, che ne hanno fatto anche una piattaforma per sponsorizzare i propri capi. Vuoi essere davvero all’avanguardia? Punta su di loro e parla di loro! Loro, parleranno di te!
  • Instagram. Vale lo stesso discorso degli altri due social: posta le tue fotografie e fatti conoscere! Segui gli account ufficiali di @ootdmagazine, @boohoofficial e @lookbook. Puoi essere scelta come icona fashion del giorno!

Non dimenticare di fare community e scuola. Detta tue le regole del fashion sulle community internazionali come Lookbook!

Ricorda: sviluppa il tuo blog in modo trasversale per poter dare un tocco di originalità a contenuti che finirebbero con l’essere davvero banali.

Sei finalmente pronta per partire e rendere il tuo blog davvero cool?

copywriter freelance roma post

Alessia Savi. Web designer, #digitalartist, blogger. Starrifydesign | Twitter | Facebook

Advertisements

7 thoughts on “[Guest post] Fashion #blogging: lo fai in modo davvero cool?

  1. Pingback: » Blog 101

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...