5 tipi di scocciatori che ti trasformano in Hulk in 5 secondi

5 tipi di scocciatori che ti trasformano in Hulk in 5 secondi_ev
Chi riesce a capire il nesso tra fungo e incavolatura nera, vince 24h senza uno scocciatore a sua scelta!

ATTENZIONE!

Questo è un post semi serio, più semi e meno serio. E’ scritto in tono volutamente scherzoso e non intende offendere nessun lavoratore di ciascun caso individuato. Se siete tra gli scocciatori, non prendetevela troppo: chi ha scritto non voleva prendere in giro nessuno, semplicemente ridere -con voi, magari- di come vanno le cose oggi e cosa siete costretti a fare per vivere. Se invece siete dalla parte degli scocciati in procinto di trasformarsi in Hulk, fatevi anche voi una risata ma poi resistete: non trattate troppo male gli scocciatori. Capiterà anche a loro di essere, per un giorno, gli scocciati!

5 tipi di scocciatori che ti trasformano in Hulk in 5 secondi

1. Quelli che… Ti bloccano per strada. Ti sbarrano il cammino,ti si parano proprio davanti e cominciano a parlare a manetta di cosa non lo sai; il più delle volte non capisci perché hai altri pensieri per la testa o addirittura le cuffiette del lettore mp3 alle orecchie. In ogni caso non puoi evitarli. Un attimo di spaesamento, poi realizzi bene: sei in trappola. Come fare a svincolarti? Provi a bypassarli ma così inizia un tango interminabile. Lui non cede, tu non sai che pesci pigliare. Allora te ne esci con un  educato “Scusi, ma non mi interessa. Grazie” e tenti il sorpasso laterale. Lo devi ripetere due o tre volte prima di tornare finalmente libero. E certe volte non senza evitare improperi (da parte loro!). Finisce che sei talmente scocciato che volentieri ti trasformeresti in Hulk, ti volteresti, torneresti da lui e lo lanceresti nello spazio, a far domande agli extraterrestri.

2. Quelli che… Ti tartassano al cellulare. E magari tu sei in attesa di una chiamata importante. Il tuo smartphone è sempre acceso, sei sempre rintracciabile! Aspetti, aspetti… E finalmente squilla! Ti precipiti come un fulmine a guardare ma no, è un centralino. Ormai sei allenata, riconosci prefissi mai visti prima e numeri cortissimi o lunghi uno sproposito. Ignori la chiamata. Provi a tranquillizzarti. Passa mezz’ora e… Un’altra volta: squilla il telefonino! Corri corri corri ma… Di nuovo lui! Ancora una volta non rispondi e piazzi lo smartphone sotto il cuscino o lo porti in un’altra camera per non sentirlo. Hai il cuore che batte a mille e per riprenderti fai un respiro profondo. Inspira, respira. Passano quaranta minuti. Vai a vedere che fine ha fatto lo smartphone quando… Altra chiamata! E’ di nuovo quel centralino! Stavolta temi l’infarto secco, ma resisti. Però alla quarta chiamata di fila, a distanza di un’ora, non ce la fai quasi più. E così finisce che sei talmente scocciato che volentieri ti trasformeresti in Hulk, lanceresti via lo smartphone dalla finestra e strangoleresti quel centralinista, se solo ti capitasse sotto mano!

3. Quelli che… Ti tartassano, ma al telefono di casa. Chiamano a tutte le ore: mattina, pomeriggio sera. Fino alle nove, non hai scampo. Potresti incorrere in uno di loro. Tu rispondi, ignaro di chi sia dell’altro capo del telefono. Quando capisci, è troppo tardi: devi sorbirti tutta la tiritera. Finalmente, quando l’altro prende un attimo per respirare, puoi dire cortesemente: “Guardi, la ringrazio ma non mi interessa”. Però non sperare di cavartela così in fretta: lui ribatterà, perché lo fa sempre. E tu di nuovo ostaggio del telefono, con la carne sul fuoco o il gioco su pc in pausa, il post o l’articolo lasciato a metà che ti aspettano (se anche tu sei un povero web writer freelance). Invano. Ti liberi solo dopo quelle che ti sembrano esser ore, così finisce che non hai concluso nulla e sei talmente scocciato che volentieri ti trasformeresti in Hulk, spaccheresti in due il telefono e andresti a vivere in un’isola sperduta!

4. Quelli che… Direttamente a casa! Si, te li ritrovi pure dall’altra parte della porta di casa tua. Vogliono venderti qualcosa, farti cambiare religione, farti abbonare a qualche giornalino o rivista mai sentita prima, farti firmare contratti fuffa e via dicendo. Ti suonano, tu guardi all’occhiello e tu nonostante tutto apri. Vuoi essere fiducioso verso l’umanità e il prossimo. Che pollo! Non fai in tempo a socchiudere l’uscio che subito comincia la tiritera: tu ascolti – anche perché non sai o non riesci ad interromperlo – poi appena finisce rispondi con educazione: “Guardi, mi dispiace ma non sono interessato. Arrivederci, grazie.” Ma no, non è così facile: lui insiste. Ricomincia la solfa. Tu ti spazientisci: hai la città su cityville che ti aspetta! Eppure lui, incurante di tutto ciò, continua. Provi a ribattere cambiando qualche parola, restando sempre civile ma nulla. Alla fine e solo dopo tanto batter di lingua, ce la fai: lui se ne va, dopo averti pure lanciato qualche occhiataccia. Così finisce che sei talmente scocciato che volentieri ti trasformeresti in Hulk, lo riacciufferesti e gli urleresti in faccia: devi-smetterla -di -rompere – le- scatole-hai-capito?!!

5. Quelli che… Ti scocciano, ma via mail. Aspetti mail importanti, perciò aggiorni la casella di posta circa 20 volte al secondo. Hai il dito più veloce del west. Poi un miraggio: hai una mail in arrivo! Clicchi come un fulmine e quando vedi che è pubblicità, non reggi: sei talmente frustrato che, dopo averla cestinata con rabbia, ti trasformi volentieri in Hulk, distruggi a suon di pugni il laptop dopo avergli urlato: perché-non-l’hai-messa-in-antispam?!?

E voi?

Voi come reagite a questi 5 tipi di scocciatori? E voi, scocciatori di professione, che tipi di scocciati avete mai avuto la sfortuna di incontrare? Raccontatemi tutto nei commenti!

Annunci

One thought on “5 tipi di scocciatori che ti trasformano in Hulk in 5 secondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...