Storia di una web writer e di due sorelle sagge che le insegnarono a diffidare

once_upon_a_time

C’era una volta…

C’era una volta una ragazza col pallino per la scrittura. Era intelligente e aveva studiato molto, ma purtroppo viveva nel Paese dei Senza Lavoro, dove trovare un’occupazione era una chimera.

-Basta, non ne posso più!- sbottò un giorno la ragazza con la passione per la scrittura- Devo proprio andarmene da questo posto!

Così la ragazza che voleva tentare nuove strade una mattina annunciò la notizia ai suoi vecchi genitori.

-“E dov’è che vorresti andare?”- chiesero quelli, preoccupati

-“Nella Giungla del Web” rispose tranquilla la ragazza

I due si guardarono con aria interrogativa e non seppero che ribattere.

Alla ragazza spiaceva lasciare i due vecchi ma sentiva di non avere scelta: se voleva ancora scrivere, avrebbe dovuto tentare anche lì. La misteriosa Giungla del Web, insomma, l’attendeva.

-“Fai attenzione, però: potresti trovare qualcuno che vorrà ingannarti. E ricorda che non sei la sola ad avventurartici: la Giungla del Web è molto popolata: dovrai riuscire a distinguerti con i tuoi scritti, e ci vorrà del tempo.” le dissero in coro le sue due sorelle sagge.

La ragazza, infine, partì.

Il tranello dei 50 cents

Nella misteriosa Giungla del Web la ragazza che cercava lavoro imparò cosa significasse scrivere per la rete: non era facile ma con impegno e un bel po’ di pratica riuscì a carpirne le tecniche.

La ragazza si avvide anche che la Giungla del Web era densamente abitata da una ricca varietà di specie di animali-scribens: c’erano banchi di web writer come lei, che guizzavano velocissimi da un tasto all’altro; stormi di copywriter, che passavano da uno slogan ad un altro con un frullo d’ali, branchi di ruggenti esperti SEO  e molti altri ancora.

Ma soprattutto c’erano gli sfuggenti-committenti.

La ragazza diventata web writer sapeva che di alcuni di essi non c’era da fidarsi. Le sorelle sagge l’avevano messa in guardia e fu grazie a loro che riuscì a sfuggire al temibile tranello dei 50 cents.

Certi sfuggenti-committenti infatti si aggiravano per la Giungla del Web strillando: pago 50 cents a pezzo! Pago ben 50- cents-sonanti! Venghino, scrittori, venghino! Altri sibilavano: 50 cents o 1 euro ad articolo, se lungo. 1 euro ad articolo; 1 euro, mica poco! Altri ancora, addirittura, non pagavano affatto!

La web writer scuoteva la testa: era veramente offerta, questa?

Il cavalier M. del Regno del Prezzo Giusto

Un giorno, però, un affascinante personaggio fece la sua comparsa nella Giungla del Web.

-“Cerco web writer competente e affidabile” – annunciò con voce potente, e aggiunse – “Lo pagherò, naturalmente, il giusto.”

La ragazza non poté credere a quanto aveva sentito: subito si presentò al committente per mostrargli i suoi lavori.

-“Puoi scrivere per me.” – le rispose infine- e la web writer tirò un sospirone di sollievo. Da quel momento in poi lavorò per il Cavalier M., che l’aveva salvata dalla miseria degli annunci.

Morale della favola?

Anche se la web writer in erba aveva faticato assai prima di trovare un Cavalier M. che la pagasse degnamente per i suoi scritti, non era caduta nelle imboscate dei 50 cents o 1 euro al pezzo. La ragazza, infatti,voleva guadagnare scrivendo, ma non al prezzo di svalutare il suo lavoro!

I cavalier M. esistono ancora, da qualche parte, e prima o poi fanno la loro entrata in scena. Attenderli è dura ma meglio che cedere ai ricatti dei 50 cents o giù di lì. Voi che dite?

Immagine: www.sentio.it

Annunci

5 thoughts on “Storia di una web writer e di due sorelle sagge che le insegnarono a diffidare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...